Sindrome Dolorosa Rotulea

Ognuno di noi è abituato a pensare che il dolore al ginocchio (gonalgia) sia provocato dalla rottura di un menisco, da una lesione legamentosa o dall’artrosi. In realtà, soprattutto nei pazienti di sesso femminile, la maggior parte dei casi di gonalgia è provocato dall’articolazione femoro-rotulea. Quest’ultima gioca un ruolo assai importante per quanto riguarda la biomeccanica del ginocchio ed ogni sua alterazione si accompagna a gonalgia. Tipicamente i pazienti lamentano dolore soprattutto a scendere le scale e a stare seduti per lunghi periodi nella stessa posizione (per esempio in aereo, in auto, al cinema ecc.). Molto spesso il dolore disturba il riposo notturno e si accompagna alla sensazione di ginocchio gonfio, “ingommato” e instabile. I pazienti spesso non ricordano eventi traumatici responsabili dell’insorgenza del dolore che quasi sempre inizia gradualmente per limitare successivamente le normali attività quotidiane coinvolgendo, infine, anche il ginocchio contro-laterale. Le terapie antinfiammatorie e fisioterapiche sono quasi sempre inefficaci e anche gli esami radiografici più sofisticati (RMN, TAC) spesso non sono utili per formulare la diagnosi corretta. Quest’ultima necessita semplicemente di un accurato esame clinico e di una “normale” radiografia del ginocchio. Nella maggior parte dei casi il trattamento conservativo è sufficiente per garantire il miglioramento o la scomparsa della sintomatologia dolorosa anche se in una piccola percentuale di casi è necessario ricorrere ad un intervento chirurgico che può essere diverso a seconda dell’età del paziente.

I commenti sono chiusi