Rottura del Legamento Rotondo

Il legamento rotondo è una struttura che origina dal legamento trasverso dell’acetabolo e si inserisce sulla fovea della testa del femore.
La sua funzione non è ancora ben conosciuta.
Il legamento rotondo si tende durante le manovre di adduzione, flessione ed extra-rotazione e, in artroscopia, si può evidenziare come il legamento sia teso durante le manovre di rotazione esterna e sia rilassato in rotazione interna (vedi filmato 1).
In considerazione di queste osservazioni il legamento rotondo dovrebbe rompersi durante le manovre di adduzione e rotazione esterna dell’arto inferiore. Ciò, tuttavia, contrasta con le osservazioni di numerosi studi in cui è stata riportata la rottura dopo un movimento di iperabduzione dell’anca (vedi filmato 2).
I pazienti con rottura del legamento rotondo lamentano dolore a livello inguinale esacerbato dai movimenti di flessione e rotazione interna dell’anca. Spesso i pazienti riferiscono sensazione di scatto o blocco a livello articolare.

La rottura di questo legamento è la terza lesione più comune negli atleti e si risolve brillantemente con il debridement artroscopico. Solo l’8% della rottura del legamento rotondo è diagnosticabile con indagini preoperatorie.

Filmato 1

Filmato 2

I commenti sono chiusi